Search
domenica 20 ottobre 2019
  • :
  • :

sono delle menti geniali…..

VitaDaGenio

 

Mentre scivolo lungo le acque del fiume guardo il nemico seduto che mi saluta…e nascono così pensieri più vicini alla realtà, non quella giusta, bensì quella effettiva, tangibile. La gente (gente a dire il vero è un termine orrido), le persone che vivono questa nostra quotidianità, si chiedono come è possibile che un ignorante come, quello….un imbecille come quell’altro…un cocainomane come Tizio, un fannullone come Caio, un Ciarlatano come Sempronio, un Azzegarbugli come tal’altro, un ladro, idiota…una piagnona, una rincoglionita, una figlia di Chissà chi mai sarà il padre…un’ oca…, un baciapile ecc.ecc. A dirla breve sono solo alcuni epiteti, e mi limito a quelli più educati, che vengono giornalmente riferiti ai nostri politici, sono intercambiabili tra di loro si possono anche sommare tra di loro. Ebbene scivolando lungo le acque tormentate del mio fiume, mentre tiro fuori la punta della lingua al mio nemico beatamente seduto penso: Ma…ma…siamo noi che ci meritiamo tutti quegli insulti, loro in verità sono dei geni, sono lì, da anni ed anni, ci governano, ci comandano a bacchetta, hanno potere, denaro…se manca una poltrona, ma non fa nulla: ci si può sedere in braccio l’un l’altra, così due piccioni ed una poltrona….se poi uno si stanca beh..altre ginocchia…Hanno avuto la capacità, senza né arte né parte, oppure arte si e parte si, ad arrivare dove alcuni di noi, sicuramente più colti, o pratici, o logici o onesti non importa non sono riusciti, manco con le cannonate, no: sono stati presi a cannonate, ma erano altri tempi lontani oggi si sono persi. Manca a noi quel quid che loro hanno, possiedono in virtù di quella magica pozione fatta di: faccia tosta, sapersi vendere, saper svendere gli altri, un certo sedere a volte anche disponibile…Ora basta.

Guardo Miccichè, diavolo è da una vita che occupa posti di notevole importanza, è vero fa ridere…ma lui è lì, io no.

Guardo Renzi…uno dei tanti bugiardoni, ma lui è sempre lì, io no. Do un’occhiata a Salvini, che fa!!! Rimane imperterrito! Lui…De Mita, De Luca, Di Maio, Boschi e Boldrini, Berlusconi e tutti i loro seguaci a tempo, anch’essi intercambiabili come gli insulti e le poltrone……..e così via, più o meno tutti dai 30 anni ai 150 rimangono li…grazie alla nostra totale imbecillità.

Più o meno..ecco la verità sta in quel vuoto tra il più ed il meno, ovvero intelligenti o imbecilli sono lì , mentre la normalità che riempie quel vuoto non fa rumore …Sono dei geni, malefici…ma non dite più che sono degli stupidi… E così tanto per utilizzare un personaggio che ultimamente mi viene ricordato ogni due minuti, anche se la frase ha un senso più profondo, però facilmente adattabile se non fossimo scemi come siamo, in cambio loro, quelli geniali non la capiscono quindi la scrivo , considero comunque noi i superflui, anche se pare che abbiamo diritto al voto, è una presa in giro, tanto non viene rispettato, ed enti scriviamolo anche maiuscolo: «entia non sunt multiplicanda prater necessitatem» (gli enti non devono essere moltiplicati oltre il necessario): questo criterio è stato poi sintetizzato come regola del “rasoio”, secondo la quale bisogna “tagliare” tutto ciò che è superfluo (principio di economia delle cause).

Riccarda Balla




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *