Search
mercoledì 18 settembre 2019
  • :
  • :

corre il sangue nelle vene grande vento nella notte calda si alzera’

5000000234363_0_0_0_768_75Ne avevo scritto un paio di anni fa, oggi qualcuno (tal Giovanni), mi ha fatto tornare in mente appunto: l’industria bellica italiana, l’unica che tira come un treno (nel caso specifico W il TAV! trasporto merci!), e mi viene normale e spontaneo, così come è venuto all’amico Giovanni fare due + due: Esportiamo armi in grande stile, alimentiamo guerre, magari anche qualche spintarella la diamo, tutti i politici lo sanno, inclusi quelli di sinistra, o i sinistrorsi che scendono in piazza per urlare la liberazione di Carola, o per dormire su comodo materasso e lenzuola pulite, ma son sul ponte di una nave che salva vite umane, magari va anche all’arrembaggio, ma è pur sempre per salvare vite umane..Ho definito quel tratto di mare il Klondike, dove l’oro sono degli esseri umani e per l’ oro non c’è amico…Ma torniamo a noi: la Libia è un inferno (non ripetiamo che si deve ringraziare la Francia, lo sappiamo a memoria), la Libia accoglie “pepite d’oro, prima le sfrutta un po’, poi  per quali  fetenti accordi le stiva su un barcone, da lì ad un gommone  e:  fosse stato Sandokan,  veramente avrebbe preso a colpi di scimitarra tutto l’ apparato scenico creato dai giornalisti, TV, politici e urlanti imbecilli a terra, ma forse questa “pubblicità non è poi tanto dispiaciuta alla ragazza, questo per pensar male e ci vuole anche il pensar male altrimenti il pensar bene non avrebbe senso.

Le pepite arrivano da tanti paesi in guerra, la guerra si fa con le armi…Ora secondo voi cari “buonisti”, secondo voi cari politici, secondo voi cari “refrattari all’oro umano, secondo voi non sarebbe molto più corretto picchettare le fabbriche che producono armi? (MMMHH: decreto sicurezza..va beh ce ne infischiamo,). Chiedere la conversione in fabbriche che producano pistole ad acqua, acqua di rose e fiori nei cannoni? O vi vanno tanto bene sopratutto alla cara “ipocrita sinistra”? Ovvio che li dobbiamo salvare, ovvio che Carola viene messa in libertà, ovvio tutto ciò che è carità pelosa è solo per nascondere il fatto che nelle loro terre si salta in aria grazie anche ad armi di produzione italiana (si vocifera che anche il Vaticano abbia qualche interesse, ma si vocifera, voci di corridoio, pettegole!), ma quanto denaro portano le armi è vero? Quanto denaro mi pare anche sfruttando poi le pepite umane, quanta pubblicità, quanto piace far finta di essere buoni, far finta di essere cattivi, l’importante comunque è contribuire sempre a rifornire di armi. E’ difficile  Plastic free figuriamoci without weapons……Lo so che c’è chi agisce per bene, silenziosamente, in maniera mite nel rispetto assoluto dell’essere umano,,,lo so, ma appunto sono riservati, onesti non politicizzati. Quando vedo tutti questi “pascià” con le loro pance piene che sfruttano le situazioni: provo solo un grande schifo, anche perchè alla fine si fanno una doccia si profumano e vanno a rifocillarsi abbondantemente, magari cenetta con chi con le guerre ci campa…

Riccarda Balla




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *