Search
giovedì 20 giugno 2019
  • :
  • :

siamo ancora in tempo? Se i cervelli fossero meno evoluti e meno bio-cretini forse si

 

62200288_2257517297629153_8963252887375314944_n

 

Non è tardi, forse, per restituire alla terra la sua funzione di futuro, l’ abitudine di rubare il futuro è una prerogativa dei popoli “civilizzati”, che sia la natura, che siano altre culture… nel 2020 dovremmo entrare nel plastic free, il che non significa che la plastica scomparirà definitivamente dalla nostra vita, ma una buona fetta si: intanto piatti, bicchieri, bottiglie,  posate,involucri vari dovrebbero sparire, mi preoccupa il fatto che ancora è difficile trovare la plastica bio in giro, anche qui il denaro vince su tutto, perchè piatti, bicchieri, sacchetti per la spazzatura sono abbastanza cari, in cambio sono super scontati pile di piatti del tipo “inquinante”…grande scorte nei carrelli, direi per anni…Aspetto la scomparsa delle bottiglie, sostituite dal vetro, quanti cocci di vetro ovunque…eh già…Vuoto a rendere era un tempo, quando si era “incivili”, quando mia mamma usava la sportina a rete, esistevano le bottiglie di vetro e l’acqua del rubinetto, per dare un tocco “di vita” l’idrolitina,  oppure,  quando l’acqua del rubinetto non dava più garanzie di controlli seri, la civiltà, il progresso ha significato anche questo, allora si ordinavano le casse di acqua, birra, latte e tutto era con vuoto a rendere…Si era poco moderni, ma molto più civili.  Consiglio piccolo: i negozi di alimentari e a maggior ragione i grandi centri commerciali si attrezzino per la raccolta del vetro con cesti negli spazi esterni, quindi si accordino con qualcuno per il ritiro, alcuni lo fanno con i cartoni e premi ai cittadini che pongono nelle ceste il vetro: Bravo!! Bis!! foto e 20 euro di sconto alla cassa!!…Ora Palermo che è una sorta di città senza frontiere, ma anche senza molta educazione e rispetto per l’ambiente andrebbero invogliati i cittadini alla raccolta: come? semplice intanto essendo pigri ed anche un po’ ariosi metterla sul piano di: cosa molto di moda! ( la cosa ha funzionato al 50% per le cacche dei cani) farsi vedere a buttare il vetro nelle apposite campane, selfie, interviste … (Non è vero! attorno alle campane per la raccolta essendo sempre stracolme di tutto, vengono svuotate credo una volta l’anno, forse finiscono a Bellolampo, con tutto il resto  e tutt’intorno vetri in frantumi). La differenziata a Palermo c’è sempre nei luoghi delle “momentanee” passerelle…Ma  a Favignana la guerra alla plastica è già iniziata e sono molto attenti. Basta poco, si basterebbe poco, ma quando il golfo di Mondello diventa un grande ingorgo di barche tutte appiccicate alle boe…perchè mi sembra irrealizzabile? La guerra alla plastica e la rivolta dei produttori di plastica…chi avrà la meglio? la balena, la tartaruga? O gli interessi? parrebbe che saranno proprio i primi, speriamo che sia vero, almeno significherebbe eliminare già una buona dose di plastica e  non sarebbe male, alcune case produttrici di acqua sono già passate al vetro, un litro e costa il doppio e poi lo scaraventi nella spazzatura….allora che si fa? Perchè, sopratutto nei grandi centri commerciali per esempio delle grandi cisterne e la gente riempie le bottiglie di vetro? Potrebbe essere una soluzione? Magari delle acque le cui fonti sono della Regione? Insomma i nostri mari, le nostre spiagge, i boschi forse meriterebbero più attenzione  silenziosa e meno lacrime di coccodrillo, quanto è comodo buttare la bottiglietta di acqua super energizzante con aromi di betulla, fiordaliso, semi di soia tutto da culture bio…BIO?????? è più bio la cacca del cane allora!

Non resta che ordinare l’acqua e bibite varie l’importante è che sia con vuoto a rendere e riutilizzato e non abbandonato per strada …crederci ? Forse no, ma sperare si.

Ma motivi di morte e malattie provocati dalla “civiltà. comodità” e da un benessere che non esiste più mistiad ignoranza e cattiva educazione sono tanti, guardatevi allo specchio e pensate bene a quante “porcate” avete fatto oggi perchè vi faceva comodo e nessuno vi stava guardando e poi qualcuno: ” la porcata l’ha fatta prima di me e allora: che sono cretino io?” Si, gran cretino!! Lo

Se lo desiderate potrò continuare l’elenco….Insegnate intanto ai bambini ad essere rispettosi invece di lasciarli allo stato di incolti! Saranno loro un domani che pescheranno triglie di plastica, mangeranno merluzzo di nylon, vi importa poco? Si, mi sa di si…

Riccarda Balla




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *