Search
mercoledì 18 settembre 2019
  • :
  • :

Pasqua….

 

30743857_10213814434769198_5251750803419365683_n

Tre anni fa nasceva questa pagina di pensieri vari e sparsi, condivisibili e non, a volte seri a volte frivoli, è un mio modo di mettere ordine nelle idee o disordine nei pensieri, di darmi torto o ragione da sola, lo scrivere è  un attimo in cui sono sola e sono io senza guardare chi ho di fronte e senza pensare di coinvincere o meno sulle mie ragioni, senza ponderare il  piacere o meno di chi forse mi leggerà.

Oggi è Pasqua, la Pasqua con le sue uova di cioccolato, le pecorelle di marzapane..la Pasqua e la Primavera, la Luna rosa la Luna dei germogli , appunto una resurrezione che sia religiosa, laica, agnostica o bucolica, riti, usanze…riti ed usanze e chissà perchè bombe. Non riesco mai a far coincidere l’aspetto religioso delle feste con i comportamenti umani, qualunque religione riesce ad essere integralista, intransigente e dipende  da chi usa la parola molto violenta. Così Pasqua nel sangue. Non importa la fede, non è la fede qui che ha un suo valore, ha valore solo il potere religioso, potere ecco la parola di cui bisogna aver sempre timore, potere sulle idee, sulle vite, sulle scelte, potere sul denaro…Se a qualcuno baluginasse nella testa che tutti si discende dallo stesso ceppo, già anche nelle famiglie ci si uccide, niente nemmeno questo vale…fede e potere…uno l’opposto dell’altro dovrebbero essere se amassimo meno noi stessi, invece abbiamo deciso che i nostri princìpi morali sono sempre e solo gli unici ad essere giusti, i princìpi morali degli altri devono sottomettersi al più forte, ecco la strana moralità….altra ghigliottina.  Moralità – ipocrisia, religioni- potere, :  la miscela perfetta. Le religioni con le loro discriminazioni: dominanti, ricche, arroganti. disposte a perdonare se può tornare utile, pronte ad assoggettare con qualunque mezzo.  Si, ci sono le confessioni “minori” chiamiamole così, alcune seguite perchè “è moda”, altre perchè rispecchiano  i sentimenti che si hanno, ma sono le grandi che attraggono, sono calamite di forza, di persuasione…

«Mi hanno tagliato i piedi, combatterò con le mani, mi hanno tagliato le mani, combatterò col cervello, mi hanno fatto diventare pazzo, ma io vedo»…Così si dovrebbe essere in grado di vedere sempre al di là di quelli che sono i dettami, gli interessi, il fascino del potere, troppo difficile …rinunciare ai propri fini…più facile sprecare due parole, due lacrime e tornare a curare i nostri interessi, nemmeno un coccodrillo è così falso.  Pasqua, che sia un agnello che sia un uomo il concetto è uccidere, o morire per un “credo” poi c’è la Resurrezione…giusto? o no…io credo: “no”. Perchè così varrebbe il concetto del “liberi tutti”, Paradiso, 7 vergini (o giù di lì) tranne di chi piange giorno dopo giorno chi ha subito la violenza di vedersi strappata in nome di un “Dio” la persona cara, rimane la solitudine ed in fondo nessuna giustizia colmerà il dolore, la sconfitta dell’essere uomini, la sconfitta di Dio.

Riccarda Balla

 

 




2 thoughts on “Pasqua….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *