Search
lunedì 22 luglio 2019
  • :
  • :

Le macchine producono beni di cui non abbiamo bisogno. Nessuno ha bisogno della bomba atomica o di un bicchiere di plastica.

 

C_2_articolo_3046652_upiImagepp

(la frase del titolo è di  jean Luc Godard)

L’uso indiscriminato della plastica ha portato a conseguenze veramente gravi per tutto l’ecosistema, si inizia così una giusta guerra (ecco una giusta guerra), nei confronti di piatti e bicchieri di plastica, guerra che andrebbe ampliata decisamente, l’essere umano con il progresso e quella cosa che chiama in maniera errata “civiltà” è diventato un “buttatore di qualunque cosa” senza porsi alcun problema, o meglio: io posso buttare, perchè sono io..tu sei un maiale.. Ora i guai vengono al pettine…e che guai! Cosa succede? Succede che aziende, sicuramente responsabili nel senso di responsabili e sopratutto coscienti che bisognava cambiare tipo di produzione ed adeguarsi hanno iniziato a produrre prodotti compostabili e biodegradabili, non solo posate, bicchieri, piatti, ma molti altri prodotti…Leggo di aziende e non poche ora in crisi perchè produttrici di piatti e bicchieri di plastica non si sono adeguate, lamentando quindi il rischio di dover chiudere, aziende che non hanno investito nel cambiamento perchè in realtà non pensavano che prima o poi la legge sarebbe diventata “realtà” o perchè non avevano la possibilità di “rinnovare” la produzione, in entrambi i casi ora per non chiudere e quindi lasciare la gente in mezzo ad una strada che genere di aiuti chiedono? Continuarne l’utilizzo? Denaro per riconvertire la produzione? Altro particolare, conoscendo strani meccanismi, a volte anche un po’ loschi, tutti i prodotti in plastica per catering impilati nei magazzini, pronti per l’uso come, dove verranno smaltiti? Quale riutilizzo verrà studiato? Quali costi per lo smaltimento? In breve in questo Paese, c’è sempre malgrado tutto chi non pensa che forse il progresso e l’innovazione siano inutili perchè tanto alla comodità della plastica non si rinuncia, perchè tanto si troverà comunque chi se ne fregherà , tanto che mai sarà un bicchiere, un piatto, una bottiglia, quando tutto è avvolto nella plastica, persino il sole, persino la balena? E che saranno mai! Già che saranno mai….sono, sono invece…sono lacrime. Iniziamo con le stoviglie intanto, lo so è così bello pur avendo la lavastoviglie buttare piatti e bicchieri di plastica, comodo…

Per fortuna piano piano la plastica verrà utilizzata sempre meno..

Sapete che molte aziende ormai iniziano a produrre anche pannolini compostabili e biodegradabili, persino il nastro isolante, forse finalmente il “progresso” arriva. Speriamo anche la “civiltà” da parte degli umani ed una pubblicità “consapevole” non di aziende che producono inquinamento, ma di quelle aziende che sono amiche della natura, la quale fino ad un certo punto può stare al passo con l’idiozia, poi è costretta ad arrendersi. Penso sempre che più il progresso è andato avanti, più l’inciviltà è aumentata insieme all’ignoranza, al menefreghismo, alla presunzione.

Riccarda Balla




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *