Search
sabato 15 dicembre 2018
  • :
  • :

I Fuori di testa

sceriffo-di-nottingham-e1488153681797

 

Bravo al tuo nome, O Ghana! 
a te noi diamo il nostro voto solenne: 
Saldi a costruire insieme 
una nazione forte in unità; 
con le nostre doti di mente e la forza del braccio…

Ora non per dire, ma in tutta questa storia in cui quelli dell’elmo di Scipio,S’è cinta la testa. Dov’è la Vittoria, Le porga la chioma,Ché schiava di Roma Iddio la creò…e la parte più vera a seguire: Noi fummo da secoli Calpesti, derisi, Perché non siam popolo, Perché siam divisi….

Ragioniamo un attimo: i ghanesi mi fanno una cordiale simpatia perchè molti di loro hanno deciso di ritornare in Ghana,molti hanno la i figli che si stanno laureando ed ancora più simpatia mi fanno quando dicono: qui vogliono rimanere quelli no buoni, o chi si è proprio sistemato bene con tutta la famiglia, ma questo vale per tutti.. eh si perchè tutto il mondo è paese e tutti i paesi hanno le loro canaglie.

Ma il nostro anzi no: loro (loro nel senso lato,ovvero di tutti purchè non siano palermitani), Sindaco l’ Orlando esterofilo si dedica anima e corpo a tutte le etnie, fuorchè l’italica, sopratutto ha pensieri anche alquanto inquietanti: ovvero tu “putia” sei in debito con il Comune per le gabelle! E qui devo dire che assomiglia molto allo Sceriffo di Nottingham, ti ritiro la licenza, il sicul-negozietto che magari ha resistito agli iper-super-mega -mercati, perchè ha un libriccino con su i nomi di persone che acquistano dicendo pago quando arriva la pensione, o pago appena mi arriva la cassa integrazione, pago poi..si è così per molti…ma Lo Sceriffo ritira la licenza in fondo che gli frega a lui. La città è praticamente ormai solo un grande caos, l’abitudine di iniziare lavori, transennare e lasciare lì per l’ eternità, picchettare per evitare crolli, bucherellare e rattoppare, ma sopratutto raggiunge il massimo della furfanteria con le tassissime sulla spazzatura: si paga per i mq, ovvero un’ anziana pensionata che vive sola con la reversibilità, magari 800 euro al mese però vive nella casa atavica di 180 mq, paga una schioppettata, rispetto a chi abita in 70mq e sono magari in 7, anche in 8, anche in 9…”parivaar” , ma la monnezza viene prodotta dai muri mica dalle persone e sopratutto è parte “monumentale” della città.

Insomma canta che ti passa, Lucone russava,Nel grande giardino E sul suo nasone Volò un moscerino Il vento suonava Un bel valzerino Così il moscerino Si mise a ballar…trullalero trullalà..

Altra strana “follia” anche ipocrita, perchè di tal cosa si tratta: il vessillo di Palermo che sventolerà sulla Mediterranea, la nave acquistata con prestito da parte di Banca Etica e donazioni varie, la nave va “a caccia” questo il termine usato da un giornale, di disperati provenienti dall’Africa, bene Palermo sarà il porto d’accoglienza per desiderio di Orlando esterofilo, qui qualcosa mi lascia perplessa: come si potrà garantire loro benessere? Se il benessere non esiste più per molti palermitani, cosa c’è sotto di poco onesto? Quanti di tutti questi “santi” vestiti da arancine si occuperanno di questi poveretti? Quanti di loro metteranno mani al proprio portafoglio per farli vivere decorosamente? Quanti di loro avranno lavoro da offrire a questa povera gente? E quanti di loro, sindaco incluso una volta fatta la comparsata in televisione….se ne infischieranno, in cambio però garantiranno ai trafficanti di carne umana la continuità del loro commercio, però siccome i trafficanti lo fanno per bisogno vanno ebbene si aiutati, e poi c’è pur sempre il lavoro nero!

Del tipo: se io vado a fare una rapina in banca…e poi dico lo faccio per fame…vengo perdonata? No, perchè non sono trafficante, sono italica e se caro Sindaco non ti pago la monnezza perchè sono alla fame? Che fai? Mi dici Va bene stai tranquilla…No! Ricevo le minacce dall’Ufficio dell ‘Entrate tue ed uscite mie! Insomma Palermo è in mano a dei fuori di testa. Niente alla fine saremo sempre noi i crudeli a dare loro un aiuto..

Ai palermitani non resta che la danza dell’incertezza: Ho perso tempo per guardarti dentro…arrivata la sera mi son chiesta dov’è il senso, se c’è un senso a tutto questo.

Riccarda Balla  (balliamo è da tanto tempo che non lo facciamo, balliamo c’è la musica che piace pure a te…Così giusto per rimanere in tema)




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *