Search
mercoledì 17 ottobre 2018
  • :
  • :

Siedi, bevi e sii lieto…ma non per loro Piccoli Disgraziati

 

 

Allora, ormai gli elementi PD hanno sguardi sparuti, ma anche un’espressione un po’ famelica, stanno dimagrendo a vista d’occhio, direi scomparendo e  come la mia Yuma, quando mi vede mangiare un biscotto, iniziano a sbavare è la famosa acquolina in bocca, sembra quasi che facciano arf-arf…Il digiuno si protrae, sembrano tante piccole fiammiferaie dietro i vetri a guardare tavole imbandite, nemmeno riescono ad incontrarsi per caso davanti ad una bancarella che vende semi di zucca, niente.  Deperiscono, ma non riescono a riunirsi ad un tavolo di una qualunque trattoria…OSTI della Malora!!! non CI vogliono!

Oh, come mai? Dicono che siamo litigiosi, beoni, che rompiamo i bicchieri tirandoceli in testa, ma sopratutto che non paghiamo e scappiamo come ladri! Alcuni ci accusano di esserci messi in tasca le posate…non erano nemmeno d’argento…Allora l’avete fatto? Cosa? di portarvi a casa le posate!  Beh…che male c’è il ricordo no! E poi? di cos’altro vi accusano? beh…si…insomma….CIOE’? Di aver preso qua e la qualche mancia…Qualche mancia??? Si, poi…POI? Poi tra di noi c’è un tantino di antipatia, invidia…perchè alcuni sono stati più bravi a fregare mance e posate, rispetto ad altri…ed ecco che questi non ci hanno in simpatia, per la cattiva figura…Pensano cioè che la loro modesta capacità all’imbroglio li renda ridicoli e vogliono evitare di mischiarsi con voi? Brava!! E’ così! Però danno la colpa a noi:  dicono che noi siamo stati quelli che abbiamo messo in cattiva luce la nostra combriccola…

Va beh…ma questa misera cena riuscirete a farla? Non so dobbiamo capire chi pagherà? Mi pare che i cittadini non vogliano esporsi con  ristoratori, pizzaioli, baristi…quindi se qualcuno ci fa entrare lo farebbe solo se i cittadini sono garanti…E a casa di uno di voi? CHEEEEEE? Ma scherzi, io all’argenteria ci tengo!

State deperendo cari Piccoli Disgraziati…vi trovo smunti…

Riccarda Balla

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *