Search
sabato 15 dicembre 2018
  • :
  • :

Le trovo un pochino delle corbellerie…

 

 

 

Dangote : Yacht "Mariya"

Dangote : Yacht “Mariya”

La gente parla…la si ascolta e a volte capita che ti ritrovi a pensare: ma ci prende per idioti? Oppure d’inciampare in qualche sasso. Mi è successo ieri sera con Sandro Veronesi e la sua “pubblicità” idea: i nostri corpi sono li, o qualcosa del genere…un naviglio che sicuramente sa navigare come sanno navigare gli aderenti all’iniziativa. I suddetti, (e se ci sarà Saviano la scorta dove sarà?), s’imbarcheranno ben satolli, ben riposati, non penso su un gommone cinese, non certo dopo aver fatto km nel deserto, non certo dopo aver stazionato in un centro di detenzione e saranno accompagnati da giornalisti, televisioni, pubblicità! tutto a loro favore, perchè qui inciampo nel sasso? Il sasso del “buono” perchè mi torna utile, inciampo nello sfruttare tragedie, drammi, imbrogli, truffe tutto per un proprio tornaconto…ahi, ahi! Un pò come le magliette rosse per intenderci… Insomma gira e rigira tutto finisce in “caciara” in questa Italia, in verità disinteressandosi dei drammi, il dramma è l’occasione che fa l’uomo ladro o furbo a seconda dei casi…dramma che riguarda i bambini e le donne, gli uomini dovrebbero difendere la terra, ma di questi ormai ne esistono pochi. Pensavo altresì a Sankara, grande e giusto presidente rivoluzionario del Burkina ammazzato ovviamente, l’Africa vuole i dittatori e al gruppo terrorista in Nigeria Boko Haram, ovvero “l’ istruzione occidentale è proibita”, i loro massacri e la loro continua linea di terrore..L’Africa delle guerre, della corruzione, dei dittatori feroci, l’Africa che fa comodo al resto del mondo, il resto del mondo che fa comodo all’Africa della demoralizzazione, l’Africa del delta del Niger ed il gas flaring;  di Dangote, l’uomo più ricco del continente più devastato,  il quale cura solo di aumentare il suo denaro e pensa di costruire la più grande raffineria di petrolio inAfrica…lo dice stando a bordo del suo yacht…Va beh da noi intellettuali (forse) e politici in caduta libera sfruttano i drammi per farsi pubblicità….ho visto l’arrivo a Trapani della Diciotti, e gli approfittatori delle disgrazie altrui, tutti in bella mostra, tutti ad un festino personale si sentivano importanti, gridolini,  inquadratura per favore!…mi vergogno più di loro che delle scelte di Salvini, scelte che a conti fatti a ben guardare sono molto meno razziste di quanto si voglia far credere, basterebbe guardare un pochino al di là del proprio naso ed ascoltare le dichiarazioni serie e non le taroccate, lasciare perdere i tweet; Buttafuoco o Giafar al-Siqilli  qui la pensa giusta ...Poi che “due occhi”, di riguardo per i bimbi e  loro mamme vittime assolute si, questo deve esserci eccome e forse Mattarella doveva intercedere solo per loro, il problema comunque va risolto perchè così nulla si garantisce a nessuno o forse solo alla malavita.l’Europa non è un pozzo senza fondo, l’italia tra l’altro il fondo del pozzo lo sta raggiungendo ….Una cosa è certa se dai una sberla ad un figlio e l’altro genitore gli da la caramella, beh l’errore  lo pagherà il figlio un domani.  A proposito il naviglio dei “navigati” ovviamente troverà i porti italici chiusi  quando vorrà rientrare..o andranno a chiedere accoglienza in Libia?

Saltando di ninfea in ninfea, altra cosa che mi ha lasciata perplessa:  una frase letta su un quotidiano (quindi attribuibile con riserva)…Ho bisogno della scorta perchè sono depositario di segreti. Eh no! sono svariati lustri che si cerca la verità…che s’insabbia, si tira fuori, si costruiscono castelli, si distruggono prove…Segreti? Hai dei segreti? Allora se sei depositario di segreti e sei muto come un pesce che serve una scorta?

Altro cosa è successo? beh si vitalizi … basta con questo ladrocinio, truffa, privilegio rubato chiamateli come volete… Ma noi siamo per il ladrocinio, la truffa ed il privilegio, urlano in coro la banda che cerca come continuare con il loro malaffare.

Poi l’Italia destinata ad avere un numero sempre inferiore di medici…I concorsi? Altra emorragia o deflusso che dir si voglia: magliette di che colore? Azzurre?

Insomma la nuova moda per arricchire i produttori di magliette…

Riccarda Balla

 

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *