Search
domenica 24 giugno 2018
  • :
  • :

Pensare di non aver fatto tutto giusto…

 

club-med-cefalù2-624x300

Foto dal web)

Infrastrutture e Trasporti? Forse se si fosse occupato di Sanità sarebbe stato più indicato, ma così era: l’uomo sbagliato nel posto sbagliato e sovente ahimè! l’uomo sbagliato nel posto giusto. A parte quell’arroganza di chi si sente un po’ mordere la coda, caro ministro i pupazzi erano molto presenti nel passato, forse non se ne è accorto..troppo preso dal suo incarico: infrastrutture e trasporti, cerotto e garze a viadotti, e rapporti stato regioni (praticamente le regioni anche le più virtuose si sono ritrovate con la sua politica alquanto nei pasticci, direi dissanguate…ma va bene, dimentichiamocene, giusto: Ora il compito è:  Fare le pulci al futuro, (è la parola d’ordine!)
Intanto continuiamo a leccarci le ferite (ecco vede caro Ministro se lei fosse stato alla Sanità! forse non saremmo ridotti a leccarci le ferite, dico forse!).

Inaugurazione del Club Med a Cefalù, (in Sicilia trovasi Cefalù, quella Sicilia che dovrebbe vivere anche di turismo…), posto sotto sequestro subito dopo l’inaugurazione…ohibò!!! che tempistica perfetta, che rigore!

Motivazione: alcune strutture a mare, per il sollazzo degli ospiti, tipo passerelle, solarium, pontili, per fare un esempio non corrispondevano in tutto e per tutto al progetto…bene, allora secondo un mio modesto e locco parere se i “soggetti” preposti fossero andati a dare un’occhiatina preventivamente avrebbero sicuramente messo in evidenza e obbligato a seguire i progetti approvati, credo che anche dal mare fossero visibili (avete presente le moto-vedette)…ma che forse aspettavate la mancetta o argent de poche per dare un tono raffinato a certe abitudini? Invece niente? Perchè non si spiega e pensare sempre male è scorretto allora forse tanto, ma tanto di quel lavoro da svolgere che non ne avete trovato il tempo?

Ora la stagione è iniziata, il club med chiaramente ha ospiti, personale assunto, un indotto che malgrado tutto ne avrebbe dei benefici, non penso che abbia costruito grattacieli a mare, fatto gittate di cemento e inventato un’isola polinesiana in mezzo al mare…Sappiamo bene che l’ambiente va rispettato, ma sappiamo anche bene che occorre offrire delle comodità, del divertimento, almeno che siano gli alberghi a farlo! Hanno fatto variazioni sulle strutture a mare, danni ingenti?? O danni ingenti voi che ponete sotto sequestro un albergo? Quando bastava fare i controlli preventivamente. E’ anche vero che se presenti un progetto quello deve essere e va rispettato, ma sappiamo anche che in corso d’opera quante variazioni se fanno comodo!!! Le variazioni sono anche economiche delle volte, è un modo astuto per “giocare” sulla legge pazza appalti di Cantone, e quello che perdi con ribasso folle, lo puoi reintegrare sino al 20%, sempre perchè in corso d’opera…. basta mettersi d’accordo, ma questa è un’altra storia.

Club Med, pagherà sicuramente una penale immagino, tranne che “severissimi” non gli  facciano anche smontare le strutture.

Insomma le regole che si fanno rispettare a seconda del “pupazzo” che incontri!

Riccarda Balla

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *