Search
sabato 15 dicembre 2018
  • :
  • :

Fuga da Alcatraz….

 

fuga da alcatraz2

 

Fuga da Alcatraz…(non è il primo tentativo)fuga da Alcatraz1

Sentivo uno strano rumore, un leggero battere…mi affaccio Hugo, piccolo, nero come il carbone, nel caso specifico Clarence…accanto Artù, un misto di beagle/pointer, – John – e l’hippy Italo – Frank, la mente, lo sguardo attento, ma nel contempo un atteggiamento distaccato – io non c’entro…ma vigile nel percepire presenza sgradita: la mia presenza.

 

Hugo (Clarence) con zampette batte sul cancello, Artù (John) controlla gli spostamenti infinitesimali del gancio e consiglia..più in alto, più in basso, a destra..ogni tanto un colpo di muso…Italo (Frank) da lontano avverte: attenti è in terrazza, fate piano..e incita i due: Vale sempre la pena rischiare, se vuoi qualcosa…I due, con un bassissimo guaito: scusa sai…ma tu mica rischi!!…Hugo mormora: Servirebbe un trapano, ed una torcia, sai se c’è un ferramenta nei pressi? Uaf..uaf…Artù ..arfhaa,arfhaha come sono spiritoso!  … Italo -: smettetela di far gli scemi come due cani con pedigree!..Sbrigatevi, la guardia Yuma è all’interno per il momento, attenti alla sentinella Masuzza…Intendi la gatta juventina? Puiff…non temo i gatti..sono loro che devono temere me, risponde Hugo, con fare minaccioso. A me fanno simpatia, risponde Artù. Ma che cane squinternato sei!!! Gli risponde Hugo..Smettetela di ciarlare voi due!! Più che Don Siegel, il regista si direbbe Paperino!fuga da alcatraz3

 

 

 

 

 

 

Io dall’alto guardo…improvvisamente Italo balza in avanti: è il primo ad imboccare le scale, seguito da Artù …ultimo Hugo il quale sa benissimo che lui passerà attraverso uno spazio essendo piccolo.L ‘ultima foto loro in fuga, io pure…l’importante è fermare Hugo…gli altri due rimarranno chiusi dalla recinzione..un biscotto e giù…Italo: accidenti ci servivano delle cesoie..Artù: io rischio perchè ho il biscotto! Chissà Hugo…Acchiappato…è in braccio alla tiranna e Masuzza gli sta facendo le pernacchie….4




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *