Search
mercoledì 25 aprile 2018
  • :
  • :

la cadrega

la-cadrega

 

Si può divenire difensori della morale, dell’ortodossia o della corretta procedura, vantando un’integrità inattaccabile solo perché non è affatto quella di un essere umano ma di un’istituzione che ne ha usurpato la coscienza. Se, quindi, si fa di un’identità socialmente garantita il bastione della propria rettitudine, non si è forse elusa un’esigenza più profonda, che proibisce l’assolutizzazione di ogni ruolo o sudditanza e giudica le nostre idee, posizioni e azioni non da codici esteriori o da aspettative, ma dalle nostre più intime certezze e dubbi? Soffocare questi dubbi potrebbe essere il segno di uno zelo di integrità, ma sarebbe il mal diretto zelo che produce statalismi totalitari e chiese settarie, gli Eichmann e i Torquemada.
O’ Leary

Penso che il fatto puro e semplice di non avere libertà di esprimersi, ma seguire regole, essere sottoposti a controllo o peggio sapere prima le domande per aggiustare il tiro delle risposte mi sembra veramente una limitazione ed un insulto alle persone, ma così è..stiamo vivendo un clima di assoluta anti-democrazia, dove i dubbi devono venir soffocati, senza rendersi conto che aver dubbi è forse anche sinonimo di intelligenza e voglia di futuro, ma le due cose non interessano in politica…tant’è che la scuola è stara resa sterile…non curare la crescita delle personalità. Di contro si propone l’università gratis…già forse era meglio rendere le scuole dell’obbligo più serie, tasse? qui si..libri di testo carissimi ed ogni anno cambiano…materiale scolastico da iscritti in architettura..tanto poi non si studia…professori sballottati ovunque e scuole i cui soffitti cedono. All’università….quante tesi scaricate da internet…quante materie date scaricando dal web una sorta di “Bignami”…

Ma torniamo a noi. Dunque se desidero esprimere un pensiero, un dubbio, dare una risposta devo chiedere l’autorizzazione? Autorizzazione che significa? chi si prende la responsabilità di essere più bravo di me? Chi più esperto? Ah si …forse si spiega a questo punto una strana forma di “immobilità”…si aspetta seduti? Cosa? Il famoso zelo, fervore nell’adoperarsi per innalzare le volontà altrui a prescindere se si possa essere forse dubbiosi? Ci si sta riducendo così….Chiunque sieda su una “cadrega”…sbraita o mugola ad una schiera di devoti accecati dalla passione, i suoi  apostolati indiscutibili, non criticabili…assoluti! Dove è finita la fantasia, la nostra indipendenza, la sovranità della nostra mente…asserviti al vari “despoti della politica”..Il difenderli sempre e comunque..ognuno ha il suo on.le dio, chi è più ciuco? Chi non accetta critiche o chi è così sottomesso da non osare farle? Tutti questi governano l’Italia….siamo certi di volerli riconfermare tutti? Hi ho! hi-ho! la filosofia di vita: siedi, mangia a ufo e sii lieto.

Riccarda Balla

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *