Search
martedì 12 dicembre 2017
  • :
  • :

24 11 2017…

DSCN5540

i nostri sogni esistono, perchè resteremo sempre innamorate. 

Balliamo…metti le tue scarpe rosse e balla al ritmo del blues…non c’entra nulla ma mi piace..quindi i due ballerini ondeggiano in un’aia.

Mi sento una guerriera stanca,depongo le armi e mi siedo

con la schiena appoggiata al tronco di un salice piangente
che con i suoi lunghi rami mi protegge dalla vista dei curiosi festosi sull’altra sponda del fiume
ho voglia di respirare con calma,
voglio che il nuovo tepore arrivi al cuore e ridoni energia al corpo ed all’anima
entrambi svuotati da un eterno vagabondare senza meta,  sferrando colpi che hanno lasciato ferite e cicatrici sugli altri e su di me,
ora non so se mi rialzerò, non voglio risollevare la spada, nemmeno per proteggermi da chi arrivando ora potrebbe tranquillamente uccidermi
…per una volta resto qua,
non lo so, e non lo voglio sapere cosa sarà di me…
ma quel qualcuno,
magari semplicemente si accovaccerà accanto a me
ed in silenzio osserveremo insieme l’ineluttabile fluire del tempo scandito dal corso del fiume
o forse nessuno,
e nel caos del silenzio ritroverò me stessa…Se non mi senti, se non mi trovi, non è perché non posso,

direi una bugia, ma perché a volte abbiamo bisogno di mettere al riposo la nostra anima.

Abbiamo bisogno di mettere al riposo il nostro cuore, e la nostra mente.

Non mi sono scordata di te, ma sono troppo “stanca” per esserci.

Triste, arrabbiata, delusa, offesa,DSCN5547

I pensieri sovrastavano.

Incombevano come squali

A cui chiedeva la morte

Nessuno c’ era ad ascoltarla

A nessuno interessava,

Ognuno preso dal suo grande “io”

La luna in cielo non c’era

La pregava, Le chiedeva aiuto

Pregava anche quel Dio, in cui non credeva,

Ma come tutti si doveva aggrappare

Per non vedere cadere il suo mondo,

Ognuno ha un suo mondo, che vale, non vale

Non importa

Potete distruggere lei, ma non ciò che ha costruito

Non per lei..non per lei. lei non vale nulla,

Lo sa, in tutte le maniere ha sbagliato,

ha creduto, ha insistito..

credeva, si folle nel suo cuore, credeva.

L’ha capito, è stato fatto di tutto per distruggere

La sua zattera, facile da distruggere

La piccola zattera, qualunque mezzo è stato usato

Dalla lusinga, all’insulto, dalle colpe, alle bugie.

Cosa volevate da lei?

Nulla c’è più in cui credere:occhi ciechi, orecchie sorde,

Cuori freddi, mani violente, parole come lame affilate.

Mondi lontani, troppo per capire.

Ballerò, canterò lo stesso, malgrado il sorriso

Il sorriso di chi sa che ha fatto del male.

Non chiedo un miracolo, il miracolo appartiene ai mattiDSCN6706

Non chiedo giustizia, la giustizia appartiene ai saggi

Non chiedo di capire, il capire appartiene ai presuntuosi

Non chiedo di sapere, il sapere appartiene agli stolti

Non chiedo il perdono, il perdono non esiste

Non ho scuse e non le cerco,

Non chiedo sincerità, la sincerità appartiene alle stelle

Non chiedo pazienza, la pazienza appartiene ai ragni

Non chiedo abbracci, gli abbracci appartengono agli scialli

Cosa chiedo? Di poter dire basta,. Basta, sono stanca

ho solo voglia di dormire sull’amaca lunare..

Stanca di stare sotto la doccia per levarmi

tutte le offese: morali, fisiche, verbali,

delusioni, rimanere a galla mentre ti senti tirare giù.

Stanca delle parole che sono coltellate

Stanca perchè la vita riserva violenza

Stupri…non è l’unica violenza, è la più atroce,

ma quanti nel vostro intimo segreto stuprate?

Tradendo la fiducia, imbrogliando, approfittando.

L’importante è fingere rispetto, compenetrarsi

e la colpa la ribaltate.

Ne ho tante di colpe, non ne rinnego nessuna,

questa è l’unica forza che ho e la colpa:

l’aver creduto che esistesse anche un mondo migliore.

e altre…inutilmente altre…




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *