Search
martedì 12 dicembre 2017
  • :
  • :

E’ morto uno…anche gli insulti sono un complimento

 

legge divina

 

Non me ne importa nulla che sia morto Totò Riina e se pagherà tutto con sentenza della Giustizia Divina, quella terrena lascia a Dio il compito di una sentenza di Morte, quel Dio a cui Riina faceva preghiere.., ma le famiglie che hanno pianto per sua colpa vivono questo mondo terreno, è una magra consolazione pensare che finirà nelle fiamme dell’ inferno, forse,  perchè non è detto che esista…quindi rimarrebbe impunito.

Giustizia? L’ergastolo, morire solo, ma solo perchè non c’è stato il tempo di fargli vedere il “parentame”, quei parenti che si permettono di fare comparsate televisive, di scrivere e di postare su fb…Nel frattempo non credo assolutamente che non abbia comunque dato disposizioni, non credo che non abbia parlato, ha solo parlato con le persone giuste…la nostra giustizia? Lenta, anche un po’ ondivaga, ne muore uno ma ne scarcerano cento..tutti della stessa risma, con Riina non muore la mafia, la mafia non è destinata a morire, quando si pubblica che Mutolo lo definisce una brava persona, quando si consente al suo “circondario” di rilasciare commenti e lo si lascia parlare. E poi i funerali? In privato ed un prete benedirà la salma…la salma di un pluriassassino. Ed  per l’anniversario, come per il padre di Matteo Messina Denaro? verrà ricordato sui muri del paese..i necrologi..quanto tempo s’impiega a scriverli, devono essere d’effetto.

L’ Antimafia dovrà cambiare “strategia”? Per favore non ne ha mai avuta una, o meglio troppa gente coinvolta nel “malsano vivere”, troppo importanti, con troppe ramificazioni, potenti..la Bindi? Non potrà e non farà nulla perchè il potere anche se lei volesse la fermerebbe e la ferma..e lei accetta..già l’accettazione di chi ti impone cosa dire, quando dire, con chi parlare e chi devi disconoscere.

Non m’importa che sia morto Riina, non m’importa se pagherà o meno nell’ aldila, mi interessava “l’aldiqua”, m’importano i tradimenti che non ci aspettiamo dalle persone, dalle istituzioni, tradimenti che consentiranno sempre il vivere di tutto ciò che è minaccia, i tradimenti delle persone che non rinnegano e non ammettono lo sporco di cui si circondano…preferendo tradire l’onestà non solo comportamentale, ma anche intellettuale..la cosa più squallida…

E’ morto uno…basta non un “idolo” di cui parlare, anche gli insulti sono dei complimenti.

Riccarda Balla




2 thoughts on “E’ morto uno…anche gli insulti sono un complimento

  1. Rossella Bruno

    E’ morto un pluriassassino ed un pluristragista,la personificazione del Male. Si doveva,e per mero dovere di cronaca,comunicarlo all’opinione pubblica in modo stringatissimo e sobrio. Invece,hanno pestato sulla grancassa,sollevando reazioni isteriche,demenziali o improntate a sottocultura mafiosa ( condoglianze sul web). Quanto all’Antimafia,e’ morta con coloro che ci hanno rimesso la vita. Oggi,sono rimasti dei professionisti,votati alla propria carriera. Per quel che attiene alla Giustizia Divina,lasciamola ad altri professionisti,i don Pieri di turno,per citare l’ultimo della serie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *